martedì 27 gennaio 2009

MA CHE SABATO SERA


SABATO, TRISTE, GRIGIO, CUPO, BAGNATO.
LA GIORNATA SI E' MANIFESTATA DI UNO SQUALLORE INCREDIBILE, IL CIELO COSI' SCURO CHE SOLO A GUARDARLO TI METTEVA PAURA.
FUORI FA FREDDO, UN FORTE VENTO SOFFIA FACENDO DONDOLARE I FRAGILI RAMI DEGLI ALBERI.
NON HO VOGLIA DI USCIIRE, NON GHO VOGLIA DI FARE NINETE.
IL MIO RAGAZZO E' USCITO PER FARE QUALCHE LAVORETTO A CASA NOSTRA, E DIO PRENDO L'OCCASIONE PER RILASSARMI IN CAMERA MIA.
UN VECCHIO FILM STA ANDANDO IN TV, "WILLY, L'ORCA".
L'HO GIA' VISTO MILLE VOLTE , MA MI PIACE TORNARE UN PO' RAGAZZINA, ED ECCOMI INFATTI DAVANTI ALLO SCHERMO CON GLI OCCHI BAGNATI DALLE LACRIME , E UN PACCHETTO DI FAZZOLETTI NELLA MANO...

2 commenti:

-~·*' Nabuck '*·~- ha detto...

Siamo sulla stessa barca allora!! Mi dicono che ultimamente ho sempre le lacrime in tasca, mi commuovo per un film, per una carezza, per un regalo... Però forse è una reazione al mio stato d'animo attuale, mi sento tanta rabbia dentro!!
Ultimamente sono stata un po' assente per cambio di pc e relativo travaso di tutti i miei files: che faticaccia!!
Ti ringrazio qui per il premio che mi hai assegnato ma soprattutto per le parole che hai usato: sei fantastica!!!!!
Ti mando un bacione e a presto

Aglaia ha detto...

la commozione per queste cose ,in realtà è una coccola che ci facciamo,fai bene!!
un abbraccio:-)